Davide Carrozzo - Calo-ros-a-mente

Davide Carrozzo

Calo-ros-a-mente

Acrilico su legno MDF - cm 73x73

Quasi pittura iperrealista, l’opera di Davide Carrozzo ritrae in modo particolareggiato e fedele al reale un oggetto della più usuale quotidianità: il calorifero. Osservato prospetticamente dall’alto, l’apparecchio attrae lo sguardo che si sofferma straniato per alcuni attimi, cercando di capire se osserva una fotografia, un oggetto reale, o un dipinto. Le pennellate materiche gli conferiscono fisicità e il colore rosso si associa immediatamente al calore potente che esso emana.

Avvicinarsi troppo potrebbe significare rimanere scottati e l’impressione di singolare realismo non chiarisce del tutto se l’effetto tattile si possa verificare o meno: la visione, del resto, va al di là della realtà stravolgendola.

La potenziale pericolosità dell’oggetto, che minaccia ustioni dolorose, è acuita ancor più dal contrasto con il fondo livido della stanza dove il calorifero è sistemato, avvolto da un’atmosfera sospesa in cui sembra essere l’unico organismo vivo e palpitante. Così percepito, tuttavia, diviene improvvisamente simbolo della vita e il rosso si tramuta nel colore dell’energia, del calore che anima ogni essere vivente. Il timore di rimanere scottati da quell’oggetto si tramuta allora in forza passionale, la stessa che spinge ognuno a lottare per contrastare il freddo che talvolta attanaglia l’anima.